Pink Memories

PE 2017

Per questa P/E 2017, la grande new entry è il jeans: tute, abiti, camicie e giacche presentate in vero denim.

Il lino ultra-light, già apprezzato in passate collezioni, viene riproposto in nuove forme/modelli e colori pastello.

Restano poi in primo piano gli abiti lunghi in satin di seta e voille di viscosa e cotone. Versatili ed eleganti.

Sempre più richiesti, anche nelle stagioni estive, insieme ai ponchi, sono i capispalla, interpretati nelle varie proposte di denim e stampe fino a arrivare al bomber di paillettes.

I colori vanno dal giallo pastello al verde acqua passando dal bianco candido e il rosa antico. All'interno di questi colori delicati e eterei, si inseriscono il denim e il verde militare che danno forza alla confezione e la maglieria.


AI 2016 / 2017

La nuova collezione Pink Memories A/I 2016-2017 vede come protagonista il velluto, utilizzato in perfetto abbinamento col pizzo in dettagli e rifiniture adatte ad una donna femminile e di personalità.

La collezione comprende la maglieria e i capispalla, fatti di materiali soffici e piacevoli e che fanno dell'eterea leggerezza il loro punto di forza.

Gli abiti in pizzo sono presenti in mille varianti; la novità della stagione è quella delle tinture mélange.

Infine, sempre protagonista è la giacca smoking, che stavolta è proposta in pizzo francese, come sempre vero DNA di Pink Memories.


PE 2016

La collezione Pink Memories P/E 2016 si evolve ulteriormente rispetto al passato estivo e sboccia in un'armonia di colori diversi.
Il focus principale è proprio sulla vasta gamma di colori impalpabili, da quelli della terra, come il giallo ocra e il bruciato, ai verdi, passando per i rosa, il vino e il rosso. I colori si declinano sia nei pizzi che nelle sete che nella maglieria in cotone e in lino per creare un importante ventaglio di opzioni.
Le stampe si esprimono nella loro massima sensualità, dalle righe multi-color alla fantasia cachemire e il broccato. Gli abiti lunghi in satin o chiffon di seta sono la massima espressione di queste esclusive stampe Pink Memories. Da portarsi in riva al mare o per un'elegante occasione serale, senza formalizzarsi troppo...
La donna Pink Memories continua così nella sua femminile evoluzione senza dimenticarsi di essere sempre versatile e, con un cambio di scarpa, pronta per qualsiasi occasione.

AI 2015 / 2016

La nuova collezione Pink Memories A/I 2015-16 si evolve, abbracciando tutte le categorie merceologiche e si caratterizza per un mood elegante e funzionale, dalle linee pulite.
Protagonisti assoluti per l’autunno-inverno 2015/16 sono i capispalla, cappotti in casentino dai colori decisi con fodere di seta maculata, o cappotti più austeri, dal taglio maschile, in morbido tweed con un solo bottone.
Pellicce ecologiche morbidissime si esprimono in forme innovative, come un incrocio tra uno scialle e un gilet.
Materiali più tecnici si realizzano in modellazioni femminili, come leggerissimi impermeabili foderati in pizzo o lunghe gonne.
Sempre presenti i mini-abiti, in sete stampate animalier oppure in morbidi tessuti elasticizzati con scollature, pizzi e rouches.
I pizzi con fodere in contrasto materializzano nel bicolore la ricerca di nuove espressioni del DNA Pink Memories.
Protagonista è anche la giacca smoking, da portare ogni giorno, con le sneakers o una t-shirt in abbinamento a una gonna di pizzo.
Sempre continuativa la maglieria ultralight, per accompagnare la donna dodici mesi l’anno.


PE 2015

Per la PE 2015 la collezione Pink Memories propone un’assoluta novità, il tessuto lino denim, che si esalta nelle morbide forme abbinate ai pizzi. 
Il lino protagonista assoluto, in tutte le sue pesantezze, dai capi ultralight alle trasparenze seducenti fino al più “ruvido” lino denim trattato con lavaggi stonewashed.
Pezzi unici come i kaftani arricchiti dal pizzo, vero DNA di Pink Memories, sono capi di abbigliamento che ogni donna dovrebbe avere nel proprio guardaroba.
Pink Memories ogni stagione cerca ostinatamente nuovi modi di espressione del pizzo, come in questo caso la salopette, tipica divisa da lavoro sdrammatizzata dall'uso del pizzo.
Il fil rouge rimane l’abbinamento del pizzo con tutti materiali ultralight, dalla maglia in lino al cotone leggero, passando dalle classiche sete.
Perché ogni capo deve essere protagonista e deve avere un’anima…
Perché ogni momento di vita è prezioso, anche quello più comune... 

SIGN UP FOR EXCLUSIVE PREVIEWS AND OFFERS!

Pink Diary

;